LA BIOCOSMESI, LA RIVOLUZIONE E IL CULO CHE BRUCIA.

eiuaculazione precoce

NOUVANCE BYO SYSTEM

Non vorrei incanalarmi in un discorso qualunquista e colmo di luoghi comuni [sarà inevitabile, ahimè, lo so], ma credo che possa capitare a tutti di pensare che, utopie a parte, mantenere un atteggiamento critico e consapevole nel fare la spesa sia una delle poche occasioni che ci permette quotidianamente di fare in modo che le nostre scelte possano essere influenti ed, eventualmente, favorire alcune inversioni di tendenza.
E’ vero che sono molto giovane ma, per ora, esprimere la mia opinione subendo lacrimogeni, gas urticanti e manganellate  partecipando a manifestazioni pacifiche o votando alle elezioni, non è che sia servito a cambiare molte cose.
D’altra parte però, sono convinta che i consumatori ogni giorno abbiano il potere di cambiare in parte le decisioni del mercato.
Si prenda per esempio in considerazione il mondo della cosmesi. Il fatto che quasi tutti i marchi più comuni che troviamo nei supermercati abbiano, negli ultimi tempi, introdotto una linea “Natural”, con ingredienti naturali, che presta attenzione per il rispetto dell’ambiente, che non contiene sostanze nocive e che non è testata su animali, non credo sia dovuto a un’improvvisa presa di coscienza dei loro vertici. Soprattutto nei casi in cui, con alcune brevi ricerche online, possiamo constatare gli scempi ambientali ed etici dei quali si macchiavano queste stesse case cosmetiche fino a pochi anni fa. E’ più credibile che sia accaduto per non perdere quella fetta di consumatori, sempre più ampia, che acquistava prodotti di biocosmesi, rivolgendosi magari a negozi specializzati.
Cosicché anche io, che avendo problemi di pelle delicata e idee “più o meno green” e “più o meno etiche” che provo “più o meno a rispettare”, mi sono ritrovata, negli ultimi tempi, a scegliere le linee “natural” di queste grandi marche, quando capitavo al supermercato e non avevo né tempo, né denaro per poter andare in negozi bio e simili a comprare cosmesi a prezzi davvero proibitivi.

Ma è sempre fantastico scoprire come questo tipo di prodotti sbarchino, alla fine, anche nei discount! I prodotti alimentari provenienti da agricoltura biologica ci sono già da molti anni, sempre in maggiore quantità, e negli ultimi tempi ecco anche i cosmetici “naturali”.

Da alcuni mesi è apparsa al Todis, con mia grande gioia, la linea Nouvance bYO system.
Su tutte le confezioni c’è scritto che contiene il 95% di ingredienti naturali, che non contiene parabeni, allergeni, coloranti e siliconi. Si parla di bio-ingredienti, ma in realtà non riesco a trovare sulle confezioni un simbolo che certifichi che questi ingredienti siano davvero “bio”.
Non capisco molto di INCI, quindi mi sono affidata al web dove ho scoperto che gli ingredienti sono si in gran parte naturali, ma il restante 5% contiene anche dei conservanti o altri prodotti che in una linea completamente “natural” non dovrebbero essere presenti, ma comunque tutti concordano nel dire che si tratta, tutto sommato, di un buon INCI.
Nouvance bYO System è prodotto e confezionato da Cosmoproject srl che, leggo qui,  produce svariati marchi commerciali.

Alcuni prodotti sono ulteriormente imballati in una confezione di carta (con marchio FSC, daje!), e contengono all’interno un foglietto illustrativo sui vari prodotti che, trattandosi di discount, è una di quelle cose “mezzo-fighette” che ti lascia un po’ sorpreso.

Ho provato svariati prodotti di questa linea ed ora, uno per uno, vi racconto le mie impressioni. Questi prodotti sono spessissimo in offerta (quasi tutti i mesi) ed a quel punto il rapporto qualità prezzo diventa davvero vantaggioso.

1- Crema Corpo Vellutante / per una pelle morbida, setosa, idratata / Con bio-olio di Mandorle dolci e bio-olio di albicocca.

crema corpo todisCosto: 2,99 euro acquistata in offerta a 2,39 euro
Voto 3/5
E’ la terza volta che l’acquisto, quindi devo dire che sono soddisfatta. Non ha niente di particolare, è una normalissima crema idratante. Non mi irrita e non mi causa rossori e pruriti, malgrado io abbia la pelle piuttosto delicata. Idrata sufficientemente, niente di miracoloso, ma non unge, quindi va benissimo. Non ha nessun profumo particolarmente intenso, il che per me è un vantaggio perché non mi piace odorare di finta femminilità chimica del cazzo, mi fa schifo e non si addice per niente alla reputazione di gran ruttatrice quale sono, che non voglio di certo macchiare. La comprerò ancora, la prossima volta che sarà in offerta.

2 – Crema intensiva 24h / per pelli secche e sensibili / con bio-olio di mandorla e bio-burro di Karité / con filtri di protezione solare.

Costo:  3,99 euro per 50 ml (Non ricordo se questo prezzo si riferisce al prodotto in offerta oppure no, ma una crema per il viso qualsiasi dei marchi più diffusi nei supermercati costa almeno 5 euro, nei negozi bio in genere si parte dai 16 euro)
Voto: 4/5

crema viso cnouvanceLa consistenza mi piace, si spalma subito sul viso e mi sembra dare una buona idratazione. Non unge e non mi da nessun tipo di sensazione spiacevole, credo sia il mio prodotto preferito tra quelli Nouvance bYO provati. La ricomprerò sicuramente, anche perché tra le varie creme di marca che posso acquistare sui 5 euro, nessuna mi soddisfa a tal punto. Il packaging è figo, peccato che io abbia un problema con i vasetti di vetro, spero di non romperlo prima che la crema finisca, cosa che mi capita spesso.

3 – Trattamento Rassodante / Intensivo / Tonifica e rassoda i tessuti / con bio-estratto di zenzero e bio-estratto di malva

Costo: 4,59 euro per 200ml, acquistato in offerta a 3,39 euro
Voto: 3/5

Considerando che le creme rassodanti più economiche in commercio, in genere, costano sui 10 euro e non fanno un cazzo, mi aspettavo che si trattasse di una gran “sola”. Tipo quella crema anticellulite che avevo comprato al Lidl quando avevo 18 anni ed era un po’ come spalmarsi la crema solare scaduta. Anche tutte le altre creme rassodanti o anticellulite di marca che ho provato, in realtà, non è che abbiano avuto risultati tangibili. Intendiamoci, non è che io abbia grandi problemi di cellulite o compattezza cutanea, ma comunque non ho mai visto risultati. Ammetto anche di non essere mai stata costante nell’applicazione di tali prodotti. Due tra questi però, mi hanno dato la sensazione che qualcosa, sul mio culo, stesse cambiando. Nel primo caso si trattava di un gel “effetto freddo” che mi congelava chiappe e cosce per delle mezzore intere. Non so a che cosa servisse, ma almeno non era come spalmarsi una qualsiasi crema a caso.
Nel secondo caso devo fare un excursus un po’ più ampio. nouvance
Avete presente quel marchio di prodotti anticellulite molto famoso, che costa forse sui 50 euro a confezione, che riempe le vetrine delle farmacie di culi perfetti ricordandoci che la cellulite è una malattia? (e vaffanculo, mai una volta che riempissero le vetrine delle farmacie di manifesti tipo “L’eiaculazione precoce è un problema che causa molti più disagi rispetto alla cellulite”.) Beh, leggende metropolitane raccontano che questo sia l’unico prodotto a funzionare davvero. Ora, siccome nessuno di noi spende davvero tutti quei soldi per il proprio culo, nessuno può confermalo e la voci avanzano.
Il caso vuole però che io abbia vinto dato prodotto facendo una scommessa idiota con un amico che mi chiamava “culona”, prendendo in giro le dimensioni del miei glutei. (Se doveste incontrarmi, vi prego, non prendetemi in giro per questo, vi prego, mai, grazie). Non si trattava realmente dell’anticellulite protagonista della leggenda metropolitana di cui sopra, ma di un prodotto “snellente in dieci notti” della stessa linea cosmetica. Ora non so se ha snellito qualcosa, perché parallelamente ho preso 10 kg nei due mesi successivi (e qui le imprecazioni si sprecano), però quando applicavo la crema il mio culo e le mie cosce iniziavano a bruciare e diventavano rosse. Ma non si trattava di un bruciore tipo “reazione allergica”, mi è sempre parso un bruciore benefico, un bruciore vitale, che stava svegliando il mio culo di un’energia nuova e questo alimentava la mia speranza. Mi faceva sentire una donna che si stava prendendo cura dei suoi inestetismi, dei suoi glutei. Una donna attenta, raffinata, con un culo che migliorava di giorno in giorno.
La crema rassodante della Nouvance bYO System mi fa esattamente lo stesso effetto. Lo stesso identico bruciore, lo stesso rossore temporaneo su cosce e glutei. Subito dopo l’applicazione la compattezza cutanea sembra migliorata, figo! E tutto questo solo con una spesa davvero esigua.
Credo che la ricomprerò, la prossima volta che sarà in offerta.

nouvance
4 – Struccante occhi / con bio-estratto di ibisco e bio-estratto di altea

costo: 2,49 euro
voto: 2/5

E’ delicato, non irrita (nemmeno con indosso le lenti a contatto) e non crea rossori, lascia la pelle piacevolmente idratata. Lascia però anche parte di make-up, gli occhi rimangono sempre un pochino neri e bisogna riprovarci svariate volte. Il giorno dopo avevo spesso ancora residui di matita/mascara e questo mi succede anche con altri struccanti; tra quelli che ho provato, gli unici che tolgono bene tutto il nero con una sola passata sono quelli bifase, che purtroppo nei discount non si trovano. Credo dipenda anche dal tipo di trucco, se gli date giù di nero sicuramente non ve lo consiglio.
Non l’ho ricomprato.

5 – Scrub viso / esfoglia e rinnova / con bio-estratto di Salice e bio-estratto di Ibisco

scrub viso nouvancecosto: 2,99 euro, acquistato in offerta a 2,19 euro
voto: 3/5

Non sono una grande esperta in fatto di “scrub”, di fatto non ho mai capito se usarli giovi o no alla mia pelle e in che modo. Non ho mai notato una presenza minore di punti neri e brufoli quando utilizzo questo tipo di prodotti. Ma non sono nemmeno mai stata constante nel loro uso, lo ammetto. In realtà non mi sono mai cagata tanto la questione “pulizia viso”, perché fino all’anno scorso non ho mai avuto brufoli. Poi l’universo ha voluto che io cominciassi la pubertà a scoppio ritardato a 22/23 anni e sul mio viso sono apparsi frequenti “brufoletti” (e anche i peli nelle ascelle, che cazzo, stavo bene senza). Così ogni tanto compro prodotti a caso e li uso a caso. Comunque è delicato, non irrita e la sensazione post applicazione è piuttosto piacevole, quell’idea di viso pulito ed “esfoliato” (si dirà così??) che mi fa sentire una donna che si prende cura del suo viso, o forse no. Comunque forse lo ricomprerò, quando tornerà in offerta.

Spamma ovunque, dai!
The following two tabs change content below.

Letizia

Nata al principio degli anni '90 in una piccola città molto a Nord e molto fredda, da qualche anno si è spostata un po' più al centro, dove frequenta l'università, suona (male) in un'orchestra, canta (male) in vari cori, lavora “qua e là” e va in giro a sentire concerti. Cresciuta in una famiglia in cui il Lidl è venerato come un Santo, alle elementari la prendevano in giro perché alle sue feste di compleanno si bevevano bibite Freeway e andava a scuola con lo zainetto dell'Eurospin. Con il passare del tempo, a discapito di sua madre, ha capito che non sempre è tutto oro quel che costa 0,99€ e preferisce lo spirito critico che contraddistingue l'armata DOD, dopo aver scoperto il blog cercando online il significato di “acido butirrico”.

One Comment on “LA BIOCOSMESI, LA RIVOLUZIONE E IL CULO CHE BRUCIA.”

Lascia un commento