VODKA MOLOTOV, we’re gonna die young!

vodka-molotova

Molotov: uno schifo dai tanti usi

 

419170_341458309278894_560398584_nCosa: Superalcolico

Nome: Vodka Molotov

Tasso alcolico: 40%

Dove: In’s

Costo: 4,34 euro per una bottiglia da mezzo litro

Voto: 3,5/5

Con dispiacere notai che tra tutti gli articoli di Discount or Die mancasse una sezione per i superalcolici, così ho deciso di iniziare a recensire una vodka che non ha nulla da invidiare a quelle che vedreste in mano a un barbone in una gelida notte d’inverno (anzi con molta probabilità comprano proprio questa).

 Avete presente il gin marca “Vittoria” che beveva abitualmente il protagonista di “1984”, Winston Smith? Ecco, la sensazione che gli dava quando lo beveva era come una “manganellata sulla nuca”. Ma qui non stiamo parlando di gin di sottomarca, ma della Vodka Molotov, dove comunque si ha circa lo stesso effetto. Si apre, si annusa, il tanfo di alcool misto a trielina offusca il cervello, e si da il primo sorso. E – come dice l’uomo che sta cadendo dal cinquantesimo piano – fino a qui tutto bene.

I problemi iniziano quando si trova la forza di buttare giù un secondo cicchetto. Personalmente, anche se sono un bevitore professionista, allontanai la bottiglia da me e la passai al mio compagno di sbronze (ignoranti), promettendo a me stesso che non l’avrei mai più bevuta.

 Ma non fu così.

Più quel freddo pomeriggio invernale al parco giochi continuava, più il nostro livello di ubriachezza molesta aumentava, per cui fummo obbligati a spostarci. La vodka, soprattutto se marca Molotov, ha effetti devastanti sui comportamenti umani: in breve ci trovammo a rantolare sulla neve senza avere la benché minima forza di rialzarci, mentre lunghe sorsate di alcool puro attraversavano la nostra trachea, e il freddo si allontanava, mentre noi ci facevamo coccolare da una sensazione di calore e stordimento bellissima. Il sapore però non cambiava: la Vodka Molotov fa sempre schifo, ha un sapore amaro, ma con picchi di acidità dovuti alla fermentazione in un carburatore per carri armati T-34 sovietici. Conoscete la leggenda per cui durante la seconda guerra mondiale quando non c’era carburante i russi mettevano nei carri al posto della benzina la loro vodka? Non è una leggenda, lo abbiamo sperimentato noi stessi bevendola.

 Ad ogni modo, quando sarete all’In’s e vi imbatterete nella sezione superalcolici, ricordatevi di tutti i soldati sovietici morti sbronzi per mantenere la tradizione della vodka intatta, per non far cadere il mito delle sbronze colossali, [per far sì che un altro barbone come voi possa gustare il caldo fuoco nella pancia mentre sta morendo assiderato in un vicoletto]*ok credo che questa sia da censurare, però è nel nostro spirito di bevute* …E comprate questa vodka del discount che, anche se fa abbastanza schifo, darà un tocco di alcolismo alla vostra piatta vita. Al massimo, se proprio non riuscite, potrete usarla come descritto dal suo nome, portandovela dietro alla prossima manifestazione.

[RASPUTIN]

Spamma ovunque, dai!
The following two tabs change content below.

Rasputin

Lascia un commento