AD TREND: Air Wick Fresh Matic Taroc

Ricarica tarocca per l’AIR WICK FRESHMATIC:

Perché Dio vive in Cina

 

Fonte di puzza colta in flagranza

NOME: AD Trend

COSA: ricarica tarocca per l’Air Wick Freshmatic

COSTO: intorno ai 2 €

DOVE: dai cinesi

La famiglia si è allargata ed un gatto clandestino è entrato prepotentemente nella mia vita.

Ho la solidarietà di Morrissey.

E’ molto carino e simpatico e l’ho già perdonato per quella volta che mi ha fatto la cacca nella vasca o per quella volta che ha pisciato sul tavolino della sala, insozzando l’intera collezione di Nocturno del mio moroso.

Non riesco a tollerare però il fatto che da quando c’è lui, in questa casa c’è sempre puzza di piscio. La cosa positiva è che non è perché spruzza in giro, ma perché non sa usare la sabbia e allora fa la pipì appena fuori dalla cassetta. E’ intelligente in fin dei conti: sente che lì, in quella zona della casa i gatti fanno i loro bisogni, ma giustamente non comprende perché dovrebbe infilarsi in una tomba di plastica puzzolente per farla.

Il grosso problema è che per quanto si pulisca, si disinfetti e si depuri, fa un caldo boia, ogni odore si amplifica e l’urina di gatto è peggio di quelle brutte tinte rosse che ci si faceva da adolescenti che non andavano più via, condannandoci ad una lenta agonia di rosini e arancionini imbarazzanti. Il senso è che nel bagno dei gatti (sì, ho destinato uno dei due bagni ai miei gatti. E allora?) ci vuole un deodorante! Un deodorante come si deve!

Cedo e acquisto l’Air Wick Freshmatic che spruzza ogni 9-18 o 36 minuti un’intesa loffa al profumo di Fiori Bianchi. Partendo dal presupposto che non riesco ad abituarmi e mi spavento a morte ogni volta che spruzza, devo dire che non è male… Se non che il deodorante+erogatore costi circa 9,90 e la ricarica vada dai 3 euro (alla LIDL) ai quasi 6 (all’Esselunga).

Grazie a iddio hanno aperto un mega-negozione di roba cinese gestito da cinesi a pochi chilometri da qui. E’ così grande e così pieno di cose che lacrimo ogni volta che ci entro. Pensavo fosse per via della commozione nel vedere tanto ben di dio (abiti da sposa 100% silicone poliuretanico spandex a meno di 40 euro, vestiti da cubista, tendine fru-fru, quadri giganti con nudi artistici di donne afro…), ma poi ho scoperto che deve essere l’alto tasso di materiale plastico-sintetico-potenzialmente cancerogeno che mi scatena una reazione allergica lacrimatoria devastante.

Beh alla fine ho trovato la ricarica tarocca per l’Air Wick Freshmatic a poco più di 2 euro. Marca AD TREND e con vari gusti. Ho provato quello ai “legni” (buono) e quello alla lavanda, che però sa di AXE Unisex, quel deodorante che si mettevano i truzzi negli anni Novanta per intenderci. Sul web non si riesce a trovare manco una foto, ma ho scoperto che è MADE IN CHINA e importato da una ditta genovese.

E poi c’era quella massima che diceva “If God made everything, he must be somewhere in China”.

Sicuramente sarà tossico e farà male, come tutti i deodoranti per l’ambiente, come i grassi idrogenati, come le sigarette, come l’alcol, come superare i limiti di velocità in macchina.

Insomma tutto ci conduce più o meno velocemente alla morte. Le sigarette per esempio puzzano e sono care, il deodorante tarocco AD TREND costa poco ed è profumato invece… L’unico suggerimento è quello di conservare il tappino bianco della ricarica di marca e sostituirlo con quello tarocco che a volte (spesso) è difettoso.

p.s. che se poi lo dici in fretta, magari con una sigaretta in bocca, AD (ei-di) suonerebbe esattamente come la parola AIRWICK pronunciata allo stesso modo. EEII-II. C’è dell’assonanza, insomma. Ed è un po’ come i gatti che puoi chiamarli Fafu, Tatu, Mamu o Raru e loro si girano comunque perché capiscono solo le vocali. (O almeno così mi è stato detto e ho sempre creduto, ma se ora mi ci fermo a pensare mi sembra una stronzata.)

Spamma ovunque, dai!
The following two tabs change content below.

Valeria Disagio

Valeria nasce un lunedì di pioggia del novembre del 1982 a Varese. Diventa "Valeria Disagio" sull'orlo estremo tra l'adolescenza e l'età adulta. Ha esordito giovanissima con il romanzo "Casseur: la lotta, l'ebbrezza e la Città Giardino". Poi ha perso parecchio tempo nella precarietà del lavoro e nell'inquietudine politica. Ha scritto molti racconti, pamphlet e poesie. Ha gestito un blog - da cui è nato il libro "Discount or die" edito dalla Nottetempo - ha curato fanzine e cantato in collettivi punk. Ha intenzione di continuare a fare tutto questo.

Lascia un commento