ACENTINO: L’aceto alla fragola.

ACENTINO: L’aceto alla fragola.

Cosa: Aceto balsamico

Nome: ACENTINO

Dove: LIDL

Costo: 1,15 €

Giudizio: 1/5

Ho sempre trovato le discoteche dei posti orribili e pieni di contraddizioni. Si va in discoteca per conoscere gente, ma non è possibile parlare e allora ci si trasforma in una qualche forma animalesca che comunica a furia di pacchi sporgenti dai pantaloni attillati bianchi e culetti baldanzosi. Sì, sono una vecchiaccia antisociale e allora?

La seconda contraddizione è data dal buio. In un luogo così pieno di luci, come è possibile che sia dannatamente buio (postilla: l’avete mai vista di giorno la vostra disco preferita cioè quella troppo cool, col dj che vi fa troppo ballare e poi conosco il buttafuori che ci fa entare senza fare la fila… beh sappiate che fa schifo. E’ come Marilyn Manson, o Lady Gaga-tanto sono la stessa persona- senza make-up e senza filtri per la voce).

Ma tornando al buio. La discoteca, con le sue migliaia di luci non illuminanti mi fa pensare a quei discorsi lunghissimi e complicatissimi dei politici che però non dicono nulla. Ed è incredibile come possano parlare per minuti e minuti e minuti senza dire nulla.

L’aceto balsamico della LIDL sa di sciroppo alla fragola ed è un po’ come il buio in una discoteca, non dovrebbe esserci ma c’è. E se guardi tra gli ingredienti, pensando che magari si tratti di una simpatica bizzarria teutonica, sappi che non è così perché l’aceto balsamico della LIDL viene prodotto a Carpi in Italia e che tra gli ingredienti non c’è la fragola.

Io con questo non voglio dire che non sia buono per carità. Però il punto è che quando mangio l’insalata e sa di sciroppo per la tosse per i bambini, la cosa mi confonde. Ecco. Un po’ come la discoteca.

D.O.D. CONSIGLIA

Spamma ovunque, dai!
The following two tabs change content below.

Valeria Disagio

Valeria nasce un lunedì di pioggia del novembre del 1982 a Varese. Diventa "Valeria Disagio" sull'orlo estremo tra l'adolescenza e l'età adulta. Ha esordito giovanissima con il romanzo "Casseur: la lotta, l'ebbrezza e la Città Giardino". Poi ha perso parecchio tempo nella precarietà del lavoro e nell'inquietudine politica. Ha scritto molti racconti, pamphlet e poesie. Ha gestito un blog - da cui è nato il libro "Discount or die" edito dalla Nottetempo - ha curato fanzine e cantato in collettivi punk. Ha intenzione di continuare a fare tutto questo.

Lascia un commento